24 000 km2 di laguna

,
This post is part of a series called Itinerari
Show More Posts

24 000 km2 di laguna con una biodiversità estremamente ricca, di cui 15.000 km2 salvaguardati dall’iscrizione al patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2008.

con una biodiversità estremamente ricca, di cui 15.000 km2 salvaguardati dall’iscrizione al patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2008.

Durante tutto il corso dell’anno la laguna caledoniana ospita una flora e una fauna eccezionali: pesci pap- pagallo, cobiti, cernie, razze ma- culate, squali del reef, tonni, pesci tazar, lutiani, triglie… senza dimen- ticare le aragoste e le loro cugine lo- cali, le “popinées”, oltre alle tartaru- ghe e alle cosiddette mucche di mare (i dugonghi). A ciò si aggiungono ca- verne tappezzate di briozoi e gorgo- nie, spugne dalle forme più bizzarre, coralli fluorescenti, ricci diadema, stelle marine, crinoidi. Gli amanti delle conchiglie potranno inoltre sco- prire una moltitudine di molluschi marini, tra cui splendidi esemplari di Cyprae Niger o di Lambis. Con una buona dose di fortuna durante le im- mersioni sarà anche possibile ammi- rare alcuni nautili endemici risaliti in superficie. Questi animali, veri e propri “fossili viventi”, vivono solitamente a grandi profondità (150-600m).
Durante il mese di dicembre e di gen- naio, vere e proprie “nuvole” di giova- ni seppie si avvicinano alle zone dei centri per le immersioni. In febbraio e in marzo, le tartarughe si avvicinano invece alle coste per deporre le uova. I dugonghi (detti anche “mucche di
mare”) sono molto numerosi e talvol- ta è possibile vederli anche nelle vici- nanze di Nouméa intorno all’isoletta Maitre, dove si rilassano in superficie.
In aprile comincia il periodo della riproduzione degli squali Dagsit, fino al mese di giugno. Le femmine in questo periodo sono particolarmente docili e avvicinabili dai subacquei, soprattutto nei pressi dello stretto di Boulari. Uno spettacolo unico al quale prendono parte anche le mante, garantendo così momenti indimen- ticabili agli amanti delle meraviglie sottomarine.
Da luglio a settembre le megattere si ritrovano nelle nostre
acque per la stagione degli
amori. Sarà possibile os-
servarle facilmente nelle baie della laguna sud- caledoniana.
All’inizio della stagione calda e degli Alisei, verso il mese di settembre, ini- ziano a schiudersi le uova. La laguna è invasa da mi- riadi di piccoli pesci che si concentrano in particolare
nelle grotte e tra i relitti, o in super- ficie, raggruppando grandi stormi di uccelli di mare impegnati in una caccia frenetica. Palamite, tonni, carangidi e molte altre specie parte- cipano al banchetto.
Dalla metà di ottobre a fine no- vembre, enormi cobiti si concentrano nel canyon fossile di Dumbéa, di cui fa parte il cosiddetto “mur aux loches” (con uno strapiombo da 11 a 33 me- tri). Un’immersione meravigliosa per subacquei esperti.
Per diversificare le immersioni sono accessibili anche numerosi relitti.

Riparata dal mare aperto grazie alla barriera di coralli, la laguna nasconde, tra le sue acque limpide e tiepide, veri e propri tesori dimenticati dal tempo.

La temperatura dell’acqua è ideale, tra 21° e 28° a seconda della sta- gione. A qualsiasi livello di profon- dità, sia per subacquei alle prime armi che per i più esperti, la laguna rimane sempre estremamente cal- ma e accogliente.
Le tipologie di immersioni posso- no essere piuttosto varie, adattate in base ai livelli e alle preferenze di ciascuno. Per questo motivo i servizi offerti vanno dalla semplice inizia- zione all’immersione, passando per i battesimi, gli stage e brevetti e i reportage fotografici o immersioni notturne.
Paesaggi marini
dalle varietà eccezionali Circondata da una barriera di coralli di 1600 km, la laguna è disseminata di isole e isolette: l’esplorazione è infinita! Dagli strapiombi delle sco- gliere ai grandi fondali, passando per le concrezioni coralline e le faglie sot- tomarine, ogni immersione si rive- lerà una vera e propria avventura.
Con le bombole
Le immersioni al Nord, al Sud e sulle Isole della Lealtà sono vere e proprie avventure in un mondo incantato, alla scoperta di mondi sconosciuti: stretti pieni di pesci, faglie tappez- zate di gorgonie, relitti colonizzati
LIFOU
• Fondali sottomarini perfetta- mente conservati, flora e fauna acquatiche incomparabili e
siti tra i più belli del “Pianeta Blu”: uno dei pochi al mondo in cui si può trovare lo scorfano di Merlet (oltre ai dintorni di Hienghène).
POINDIMIÉ
• 50 siti per le immersioni, caratterizzati da un rilievo delle faglie, arcate e canyon dissemi- nati di gorgonie e alcionacei e da un’enorme diversità della fauna (tra cui le lumache di mare)
NOUMÉA
• Il relitto della Dieppoise a 26 metri di profondità: ultima nave in legno di pattuglia per la Marina Francese, affondata per farne un sito di immersioni. Accessibile livello I.
• Lo stretto di Boulari grande concentrazione di pesci, cobiti, carangidi… e a volte di mante.
• Isoletta Amédée, isoletta Maitre, isoletta Signal… sono tute aree marine protette e meravigliose, ideali per godersi una mezza giornata di snorkeling.
3volets-6PagesA4-Plongee-Fev18_ITA.indd 2
26/02/2018 10:57
Riparata dal mare aperto grazie alla barriera di coralli, la laguna nasconde, tra le sue acque limpide e tiepide, veri e propri tesori dimenticati dal tempo.
dalla vita animale e percorsi ricchi di bivalvi.
In apnea
Scivolare lungo il cavo nella sontuo- sità marina per raggiungere le “patate di corallo”, abitate da pesci dai mille colori, o gli strapiombi della scogliera esterna, che ospitano una flora ecce- zionale e una fauna unica, come i nautili caledoniani, fossili viventi la cui specie locale è endemica.
Snorkeling
A soli pochi metri dalla spiaggia, la vita sottomarina è già una festa: immersa in un universo silenzioso questa si svi- luppa con innumerevoli forme e colori. Lo snorkeling, libero o guidato, è un’at- tività familiare e alla portata di tutti che permette di avvicinarsi molto sempli-
cemente a tartarughe, razze e dugonghi…
La quiete della laguna la rende facilmente accessibile, mentre di- versità e varietà dei siti sapranno sicuramente incantare tanto i prin- cipianti quanto i più esperti. Questa potrà essere anche l’occa- sione per godersi una bella uscita in mare o organizzare un picnic su un’isoletta corallina.

CULTURA

SPIAGGE

NATURA

NIGHTLIFE

MANIFESTAZIONI

BENESSERE

SPORT

PANORAMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *